13 ottobre 2017

Santuario di Santa Maria di Costantinopoli

Località: Papasidero (CS)
Sub-area: Parco Nazionale del Pollino
Descrizione: Addossato ad uno sperone di roccia che precipita sulla riva destra del fiume Lao, in uno splendido scenario naturale, la Madonna di Costantinopoli è uno tra i maggiori luoghi di culto calabresi. Il santuario, posto in uno splendido scenario naturale, è raggiungibile dal centro storico di Papasidero attraverso un ponte costruito nel 1904, sui resti di un antico ponte medievale tutt’ora esistente, detto della Rognosa. Il nome del ponte deriva dalla destinazione a lazzaretto che ne fu fatta durante la peste del ‘600. L’attuale costruzione del XVII secolo, probabilmente al posto di una preesistente chiesa tardo-medievale, presenta una pianta a T con tre navate e tre campate caratterizzate da archi a tutto sesto che poggiano su pilastri quadrangolari; mentre alla sua destra, quasi un corpo estraneo, svetta un tozzo campanile a base quadrata e cuspide piramidale. All’interno, sulla parete rocciosa di fronte all’altare, un grande affresco della seconda metà del XVII secolo, riproduce un tema caro all’iconografia controriformista meridionale che prediligeva associare la Madonna di Costantinopoli (Vergine Odigitria) all’arcangelo Michele.