13 ottobre 2017

San Fantino il Giovane

(San) Fantino il Giovane, visse nel X secolo, infatti, secondo alcune fonti, sembra essere nato nel 902. All’età di otto anni i suoi genitori, Giorgio e Bryenna, decisero di darlo in custodia ad alcuni monaci di un cenobio dell’eparchia monastica del Mercurion. Fantino rimase nella regione mercuriense per oltre cinquant’anni. Nel 958 il cenobio subì gli attacchi e le devastazioni dei Saraceni che nel frattempo avevano conquistato la Sicilia, così Fantino decise di riparare presso un santuario del Gargano. Dopo aver vissuto nei boschi e nelle selve, l’inquieto monaco decise di partire per la Grecia, raggiunta nel 966-967. Con i suoi discepoli Vitale e Niceforo giunse a Corinto, Atene, Larissa. Morì a Tessalonica, l’odierna Salonicco, pare il 14 novembre del 974. San Fantino il Giovane è ricordato nelle agiografie come «medico dei corpi e delle anime», qualità che può essere collegata a una peculiarità dei monaci basiliani, possessori di rudimentali conoscenze mediche, legate all’uso delle piante officinali.